lunedì 21 novembre 2011

Tiburtino 2011..."How do you feel?"...


How do you feel cantavano i Pink Floyd in Summer '68, brano tratto da quello splendido album che porta il nome di Atom Heart Mother, e che mi accompagna nella stesura di questo post?
Discretamente, anzi oggi abbastanza bene, dopo aver corso ieri la mia prima gara dopo l'infortunio di questa estate e 270 km corsi dall'8 settembre, data ufficiale della ripresa degli allenamenti. 47.31 il tempo finale, circa 10 secondi di ritardo al km rispetto ai miei migliori diecimila (per 10800 mt dato Garmin), questi i passaggi:
1° km 5
2° km 4.50
3° km 4.45
4° km 4.48
5° km 4.41
6° km 4.42
7° km 4.39
8° km 4.41
9° km 4.37
10° km 4.30
ultimi 75 mt 4.04
media 4.43/km
A dire il vero i km percorsi ieri sono stati almeno 15/16, aggiungendo alla gara un lungo riscaldamento/defaticamento obbligato avendo dovuto lasciare l'auto in zona Ponte Mammolo, causa blocco del traffico e fascia verde off limit.
Solita grande partecipazione per questa classica del podismo urbano, purtroppo sempre macchiata da episodi di intolleranza da parte di cittadini infuriati, anche nei giorni di blocco del traffico, mah....
Per quanto riguarda il dato tecnico (ammazza che parolone....) questa era una gara, come dicevo al buon Giancarlo/RB tempo fà, che doveva farmi capire appunto "come sto" sul piano fisico e, devo dire che nonostante il ritardo sulle mie migliori medie (4.37/km quest'anno ai Granai dopo la maratona, ma ho fatto anche 4.33/km a Ciampino 2010), ho mantenuto una buona regolarità, ho accelerato nel finale nonostante la stanchezza si facesse sentire chiudendo in una buona scioltezza. Considerando tre allenamenti settimanali e, che come lavori veloci ho fatto solo qualche medio con progressioni finali, non mi posso certo lamentare.
Pizzicorino nella parte interna coscia-ginocchio sinistro per metà gara, quando da 4.40 provavo a scendere a 4.20, poi a casa ghiaccio ed oggi pare andare meglio.
Finalmente ho rivisto Maxrunner, dopo l'incontro fugace negli ultimi km della maratona di Roma, esattamente in via del Corso.
Buone corse a tutti....see you.  

14 commenti:

  1. ;)
    ottimo...la ripresa non si ferma

    RispondiElimina
  2. Grazie Ale, sono fiducioso, voglio fare una bella Roma-Ostia, la maratona mi rivedrà a Pescara 2012 (seconda apparizione) nel bell'Abruzzo adottivo dove vivo da oltre due anni facendo il pendolare con la capitale.

    RispondiElimina
  3. Bravo, ti stai riprendendo bene.

    RispondiElimina
  4. Corradito: grazie e complimenti per Torino.

    RispondiElimina
  5. confermo l'incontro fugace... ;) test superato, nonostante sta gara non abbia mai favorito i buoni propositi.....

    RispondiElimina
  6. theyogi: ciao Marco, confermo assolutamente anch'io, anzi perdona la mancata citazione :-)) A proposito, a quando un prossimo meno fugace incontro? Cantinone? Best Woman? Si effettivamente gara un pò nervosetta, se non parti davanti risulta troppo affollata, ho trovato spazio solo dopo alcuni km.

    RispondiElimina
  7. Riesci a stare sugli stessi tempi anche se hai mollato molto...confermo l'idea di ampi margini di miglioramento se riuscissi a dare costanza(incrociamo le dita)

    RispondiElimina
  8. Giancarlo: lo penso anch'io, dovrei inserire una quarta uscita, in quest'ultimo periodo ho fatto tutto senza tabelle, un pò a sensazione, lento-lavoro (medio o veloce), lungo. Il fatto è che sono delicato e facile all'infortunio, incrocio anch'io. Consigli?

    RispondiElimina
  9. Giancarlo: mollato...diciamo che ho ripreso con prudenza, per assestarmi sui 40 km a settimana, con una quarta uscita arriverei a 50, la mia soglia-infortunio, poi magari mi dice bene, che ne sai. Con il peso oscillo tra 76.5/77, con l'arrivo del freddo fatico a fare dieta, anzi la dieta mi innervosisce e basta, mangio un pò di tutto ma devo limitare il dolce, la mia fregatura durante la stagione fredda.

    RispondiElimina
  10. Maurizio, piacere di averti rivisto dopo un po' di mesi. Continua così, anche se il ghiaccio mettilo sempre ;)

    RispondiElimina
  11. Marco: piacere mio, ormai il e il ghiaccio siamo una cosa sola :-)

    RispondiElimina
  12. Beh l'ultima volta alla maratona ero in piena crisi, stavolta ero più lucido è ho visto come ti ingozzavi quella fetta di pane e nutella.

    RispondiElimina
  13. MaxRunner: mi dovevo fare forza, avevo altri 3 km da fare, chiaramente in defaticamento ma comunque...correndo...per riprendere la macchina parcheggiata a Ponte Mammolo. Comunque la cioccolata per me è una droga (ssss...non dirlo a nessuno, ma dopo averti salutato...ho fatto il bis)

    RispondiElimina
  14. Good sport. Run with many people. Puma Ferrari chaussures are necessary. They are light and durable. They can be necessary for your running life.

    RispondiElimina